MERCOLEDÌ 22 SETTEMBRE 2021 17:15
 

Musica

Andrés Orozco-Estrada per la prima volta alla Scala

MILANO - Filarmonica della Scala - 9 gennaio 2017

(nella foto, Andrés Orozco-Estrada, cr Werner Kmetitsch)

Andrés Orozco-Estrada per la prima volta alla Scala
con Patricia Kopatchinskaja che esegue il Concerto per violino di Ligeti

Doppio debutto per il giovane direttore colombiano e per la violinista moldava: le fonti popolari cardine del programma che lega il Concerto per violino di Ligeti, eseguito per la prima volta alla Scala, alle Danze di Galánta di Kodály e alla Sinfonia “Dal Nuovo Mondo” di Dvorák

 

 

Lunedì 9 gennaio 2017 la Stagione della Filarmonica della Scala inaugura il nuovo anno con il concerto in programma alle ore 20 al Teatro alla Scala che vede sul podio il giovane direttore Andrés Orozco-Estrada e la straordinaria violinista Patricia Kopatchinskaja, entrambi alla loro prima apparizione scaligera.
 
Il riferimento alle fonti popolari sembra fare da filo conduttore al programma che presenta pagine di particolare bellezza. Se i decenni che separano le Danze di Galánta di Zoltán Kodály dal Concerto per violino e orchestra di György Ligeti e dalla Sinfonia n. 9 in mi minore di Antonín Dvorák testimoniano quanto siano lontani i tre brani dal punto di vista storico e di poetica musicale, l’impaginato mostra come la musica ungherese e romena faceva parte di un patrimonio profondamente assimilato, seppur con echi ed esiti diversi, dai tre autori in programma.
 

Andrés Orozco-Estrada è il giovane direttore rivelazione che ogni anno la stagione Filarmonica propone al pubblico accanto ai grandi maestri. A soli 39 anni Orozco-Estrada vanta collaborazioni con importanti orchestre internazionali e approda per la prima volta alla Scala, pur avendo diretto la Filarmonica in una breve tournée nel 2013, dopo essere stato alla testa di orchestre quali Gewandhaus, Mahler Chamber, Wiener e prima del debutto con i Berliner nell’aprile 2017.

 

       Patricia Kopatchinskaja ha raggiunto fama internazionale per la versatilità del suo repertorio. Famosa per le esibizioni a piedi nudi, deve il suo successo alla grande attenzione per la musica contemporanea, di cui è preziosa interprete, spesso di brani in prima esecuzione assoluta. Si distingue anche per l’intensa attività di registrazione, non ultimo il Cd “Take Two” in cui sono raccolti duetti che la violinista ha inciso con illustri colleghi e dedicato alla figlia di nove anni, insieme ad un booklet ricco di illustrazioni in cui le spiega i brani.

  (nella foto, Patricia Kopatchinskaja; cr. Marco Borggreve)
 
La sera prima del concerto, domenica 8 gennaio alle 19.30, Andrés Orozco-Estrada e Patricia Kopatchinskaja saranno protagonisti anche della Prova Aperta di beneficienza a favore di La Strada Onlus.
 
Domenica 8 gennaio ore 19.30, Prova Aperta
Lunedi 9 gennaio ore 20, Concerto
Teatro alla Scala
 
Filarmonica della Scala
Andrés Orozco-Estrada, direttore
Patricia Koaptchinskaja, violino
 
Zontán Kodály
Danze di Galanta
 
György Ligeti
Concerto per violino e orchestra
 
Antonín Dvorák
Sinfonia in mi min. op. 95 “Dal Nuovo Mondo”

Informazioni
 
I biglietti sono in vendita sul sito www.geticket.it a partire da un mese prima. Eventuali rimanenze saranno in vendita dal giovedì precedente il concerto presso l’Associazione Orchestra Filarmonica della Scala, Piazza Diaz, 6, dalle ore 10.00 alle ore 17.00 fino ad esaurimento.
Prezzi: Posto unico Platea € 105,00; Palco € 85,00/65,00; I Galleria € 25,00; II Galleria € 15,00; Ingressi € 5,00.
 

Pubblicato in data 28/12/2016