MERCOLEDÌ 22 SETTEMBRE 2021 16:04
 

Musica

dal 13 al 20 marzo

Verona - "RIGOLETTO" al Teatro Filarmonico

RIGOLETTO

REGIA DI ARNAUD BERNARD

PER LA STAGIONE OPERA E BALLETTO 2015-2016

 

TEATRO FILARMONICO DI VERONA
DAL 13 AL 20 MARZO 2016


Domenica 13 marzo 2016 alle ore 15:30 al Teatro Filarmonico di Verona va in scena
Rigoletto di Giuseppe Verdi. La regia e il coordinamento costumi portano la firma di Arnaud Bernard, le scene sono di Alessandro Camera, mentre la direzione d’orchestra è affidata al M° Fabrizio Maria Carminati.

Lo spettacolo replica martedì 15 marzo ore 19.00, giovedì 17 marzo ore 20.30, domenica 20 marzo ore 15.30.

  (nella foto Prova generale, Rgoletto, ph. Ennevi) 

    Incentrato sulla drammatica figura del buffone di corte Triboulet del romanzo Le Roi s’amuse di Victor Hugo, Rigoletto viene ultimato a Busseto il 5 febbraio 1851. Il soggetto aveva appassionato moltissimo Verdi tanto da leggere in una corrispondenza con l’amico e librettista Francesco Maria Piave: «Le Roi s’amuse è il più gran soggetto che ho trovato finora, e forse il più gran dramma dei tempi moderni. […] Io trovo appunto bellissimo rappresentare questo personaggio esternamente difforme e ridicolo, internamente appassionato e pieno d’amore». Verdi è così soddisfatto del risultato dell’opera da ritenerla a lungo la sua opera migliore; sfortunatamente l’opera, almeno all’inizio, subisce la stessa sorte toccata nel 1832 alla fonte letteraria di Hugo, vittima della censura per l’accesa denuncia delle dissolutezze della corte di Francia.

È solamente grazie alla tenacia di Verdi che Rigoletto debutta nel 1851 al Teatro La Fenice di Venezia, con unanime successo. Se il romanzo denunciava la corte francese ed il libertinaggio del re Francesco I, l’opera ambientata nella cinquecentesca Corte di Mantova portava in evidenza le tensioni sociali e la subalterna condizione della donna tipiche della realtà ottocentesca. In Rigoletto infatti non esiste alcuna morale, il male trionfa sul bene e la virtù è perennemente vittima di se stessa; non è difficile immaginare perché la critica ottocentesca l’abbia ritenuta un’opera dai contenuti moralmente riprovevoli. Rigoletto, per questa sua vena verista, andrà a costituire insieme ai successivi Il Trovatore e La Traviata la cosiddetta “trilogia popolare” verdiana, premessa alla nascita del dramma borghese di fine Ottocento.

L’opera è interamente dominata dall’attesa degli eventi che incombono, dall’opprimente presagio di sventura che discende nella maledizione. In accordo con la teoria romantica che imponeva il dominio del vero sul bello, la realtà viene presentata nella sua nudità, lontana dagli aspetti del decoro, e il suo protagonista è l’emblema del grottesco. Rigoletto infatti è un personaggio ambivalente, la cui personalità alterna la malignità e il cinismo all’affetto tenerissimo che mostra per la figlia, nella quale ritrova la sua natura di uomo spogliandosi della maschera beffarda di buffone.

Dopo il grande successo ottenuto nel 2011, l’opera torna al Teatro Filarmonico nell’allestimento di Fondazione Arena per la regia e il coordinamento costumi di Arnaud Bernard, con le scene di Alessandro Camera. Sul podio il M° Fabrizio Maria Carminati dirige l’Orchestra e il Coro preparato dal M° Vito Lombardi. Nel ruolo del protagonista si alternano Leo An (13, 17/3) e Federico Longhi (15, 20/3); Gilda è Mihaela Marcu; nei panni del Duca di Mantova troviamo Alessandro Scotto di Luzio (13, 17/3) e Raffaele Abete (15, 20/3). Sparafucile è interpretato da Gianluca Breda, Maddalena da Clarissa Leonardi, Giovanna da Alice Marini, Il Conte di Monterone da Alessio Verna. Completano il cast Tommaso Barea nel ruolo di Marullo, Antonello Ceron in quello di Matteo Borsa, Romano dal Zovo ne Il Conte di Ceprano, Dario Giorgelé nell’Usciere di Corte e Francesca Martini nel duplice personaggio della Contessa di Ceprano e Paggio della Duchessa. Orchestra, Coro e Tecnici della Fondazione Arena di Verona.


Anche per Rigoletto prosegue l’appuntamento di grande successo Ritorno a Teatro, riservato alle Scuole: martedì 15 marzo alle ore 18.00 e giovedì 17 marzo alle ore 19.30 i ragazzi delle classi elementari, medie e superiori potranno assistere allo spettacolo al prezzo speciale di € 6,00; l’adulto accompagnatore (familiare, insegnante, dirigente scolastico, personale ATA) di ciascuno studente potrà usufruire della tariffa di € 12,00.

La prima parte, Preludio all’Opera, è un incontro durante il quale i protagonisti dell’Opera ne spiegano la trama, delineano i personaggi, e forniscono alcuni spunti di lettura su quanto di lì a poco andrà in scena. E prima di assistere all’Opera un aperitivo insieme!

Per informazioni e prenotazioni:

Ufficio Formazione della Fondazione Arena di Verona

tel. (+39) 045 8051933 - fax (+39) 045 590638 - scuola@arenadiverona.it

 

Biglietti

Prezzi Opera da € 10,00 a € 60,00

 

Biglietteria di via Dietro Anfiteatro

Via Dietro Anfiteatro 6/b - 37121 Verona

Tel. 045 596517 - Fax 045 8013287

biglietteria@arenadiverona.it - Call center 045 8005151

Orari

da lunedì a venerdì 9:00-12:00 15:15-17:45

sabato 9:00-12:00

Biglietteria del Teatro Filarmonico

Via dei Mutilati 4/k - 37122 Verona Tel. 045 8002880 - Fax 045 8013266

Orari

da lunedì a venerdì 12:00-17:45

sabato 10:00-12:45

nei giorni di spettacolo 12:00-fino a inizio spettacolo

sabato 10:00-12:45 17:00-fino a inizio spettacolo

domenica 10:00-fino a inizio spettacolo Teatro Filarmonico

 

 

Domenica 13 marzo 2016, ore 15.30

Martedì 15 marzo 2016. ore 19.00

Giovedì 17 marzo 2016, ore 20.30

Domenica 20 marzo 2016, ore 15.30

 

RIGOLETTO

Melodramma in tre atti

Musica di Giuseppe Verdi. Libretto di Francesco Maria Piave

 

Direttore d’orchestra Fabrizio Maria Carminati

Regia e coordinamento costumi Arnaud Bernard

Scene Alessandro Camera

 

Personaggi e interpreti

 

Il Duca di Mantova Alessandro Scotto Di Luzio (13, 17/3)

Raffaele Abete (15, 20/3)

Rigoletto Leo An (13, 17/3)

Federico Longhi (15, 20/3)

Gilda Mihaela Marcu

Sparafucile Gianluca Breda

Maddalena Clarissa Leonardi

Giovanna Alice Marini

Il Conte di Monterone Alessio Verna

Marullo Tommaso Barea

Matteo Borsa Antonello Ceron

Il Conte di Ceprano Romano Dal Zovo

La Contessa di Ceprano/Paggio della Duchessa Francesca Martini

Usciere di Corte Dario Giorgelè

 

Orchestra, Coro e Tecnici dell’Arena di Verona

Maestro del Coro Vito Lombardi

Direttore allestimenti scenici Giuseppe De Filippi Venezia

Allestimento della Fondazione Arena di Verona

Pubblicato in data 13/03/2016