MERCOLEDÌ 22 SETTEMBRE 2021 16:19
 

Musica

TEATRO FILARMONICO 18, 19, 20 e 21 FEBBRAIO 2016

"STRINGS" PER LA STAGIONE DI BALLETTO 2015-2016 DELLA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

(Brooke Widdison-Jacobs&Daniel Roberts - Pic Jon Green)

Giovedì 18 febbraio alle 20.30 al Teatro Filarmonico debutta Strings, secondo spettacolo coreutico proposto dalla Fondazione Arena di Verona all’interno della Stagione Opera e Balletto 2015-2016.

Dirige l’Orchestra areniana il M° Victor Hugo Toro; al violino solista troviamo Anna Tifu e al pianoforte Piero Salvaggio.

Lo spettacolo, firmato dal coreografo Ivan Cavallari, è costruito sulle partiture di grandi compositori: Fritz Kreisler, Béla Bartók, Johann Sebastian Bach, Niccolò Paganini, Samuel Barber e Ludwig van Beethoven.

(nella foto a destra Ivan Cavallari, ph Frederic Godard)

I Primi ballerini ospiti Dongting Xing e Dane Holland danzeranno a fianco dei Primi ballerini della Fondazione Arena di Verona: Alessia Gelmetti, Amaya Ugarteche, Teresa Strisciulli,
Evghenij Kurtsev e Antonio Russo.

Repliche: venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 febbraio 2016.


La Fondazione Arena propone il secondo appuntamento della Stagione di Balletto 2015-2016 con uno spettacolo di grande lirismo che vede il debutto in Italia del ballerino e coreografo Ivan Cavallari, che dal 2013 ricopre l’incarico di direttore del Ballet de L’Opéra National du Rhin.

Il balletto proposto, per usare le parole dello stesso Cavallari, «prende forma da una mia creazione preesistente, che sottende la prima parte dello spettacolo, rimodellata però sui danzatori areniani, mentre la seconda parte è stata creata assolutamente ex novo per Fondazione Arena».

Significativa è la scelta del titolo: Strings, ossia corde. Spiega il M° Cavallari a tal proposito: «Diciamo che tutto il balletto è creato intorno a fili, sia astratti che concreti. Corde che possono unire gli esseri umani in modo visibile, ma anche invisibile. A volte le sentiamo, legate a rapporti molto intimi, che non hanno bisogno di essere spiegati e intrecciano relazioni orizzontali e verticali. Spesso riceviamo sensazioni, percezioni, senza sapere il perché: è la forza che esercitano questi fili invisibili, che hanno ispirato l’impianto generale del balletto, il quale non segue una linea narrativa ma questi intrecci emotivi».

La drammaturgia musicale gioca un ruolo fondamentale nel tessere le corde, relazioni terrene e non, su cui si basa lo spettacolo; da qui l’orientamento ad attingere al repertorio per violino solista di grandi compositori: «La scelta si è rivolta prettamente alle partiture per strumenti a corda, soprattutto per violino come il celebre Adagio di Samuel Barber, presentate in un crescendo che parte da composizioni per violino e pianoforte, per passare a musiche per orchestra da camera, per poi sublimare con una delle composizioni più raffinate che siano mai state create per questo straordinario strumento a dialogo con la grande orchestra, che è appunto il Concerto per violino e orchestra di Beethoven».

Su queste grandi pagine lo spettatore è invitato a cogliere la natura profonda, talvolta inspiegabile, dei legami, che possono unire e dividere al tempo stesso, sfidando logica, tempo e distanze.


 

Lo spettacolo rientra nel progetto Ritorno a Teatro, l’iniziativa della Fondazione Arena di Verona che mira ad accostare i più giovani al mondo del Teatro.

Giovedì 18 e  Venerdì 19 febbraio gli studenti delle classi elementari, medie e superiori, le loro famiglie, gli insegnanti, i dirigenti scolastici e il personale ATA potranno assistere allo spettacolo al prezzo speciale di € 4,00 (studenti) e € 8,00 (adulti accompagnatori).

Alle ore 19.30, presso la Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico, i protagonisti di Strings presenteranno lo spettacolo in un breve incontro.

Al termine del Preludio verrà offerto ai presenti un aperitivo prima del Balletto.


 

Fondazione Arena di Verona offre ad insegnanti e allievi delle Scuole di Danza la possibilità di acquistare biglietti per lo spettacolo al prezzo speciale di € 15,00 per la platea ed € 10,00 per la galleria (previa esibizione della propria tessera associativa).

 

Per informazioni e prenotazioni:

Ufficio Formazione della Fondazione Arena di Verona

tel. (+39) 045 8051933 - fax (+39) 045 590638 - scuola@arenadiverona.it


Teatro Filarmonico

 

Giovedì 18 febbraio, ore 20.30

Venerdì 19 febbraio, ore 20.30

Sabato 20 febbraio, ore 15.30

Domenica 21 febbraio, ore 15.30

 

STRINGS

Spettacolo di balletto su musiche Fritz Kreisler, Béla Bartók, Johann Sebastian Bach, Niccolò Paganini, Samuel Barber e Ludwig van Beethoven

 

Direttore Victor Hugo Toro

Coreografia Ivan Cavallari

Violino solista Anna Tifu

Pianoforte Pietro Salvaggio

 

Primi ballerini ospiti:

Dongting Xing

Dane Holland

 

Primi ballerini:

Alessia Gelmetti

Teresa Strisciulli

Amaya Ugarteche

Evghenij Kurtsev

Antonio Russo

 

Direttore del Corpo di ballo Renato Zanella

Direttore allestimenti scenici Giuseppe De Filippi Venezia


 

Pubblicato in data 19/02/2016