VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020 09:58
 

Musica

Verona - "Attila" al Teatro Filarmonico

Da domenica 3 febbraio 2013

 

Secondo titolo d’opera della Stagione Lirica 2012-2013. Sul podio dell’Orchestra areniana Andrea Battistoni. Per questo titolo Fondazione Arena ripropone l’allestimento presentato con successo nel 2008 al Teatro Filarmonico, per la regia di Georges Lavaudant ripresa da Stefano Trespidi, con scene e costumi di Jean-Pierre Vergier.

 

Il titolo replica per 4 date: martedì 5 febbraio ore 20.00, giovedì 7 febbraio ore 20.00, domenica 10 febbraio ore 15.30 e martedì 12 febbraio ore 20.00.

Attila è il secondo titolo del giovane Verdi per la Stagione lirica 2012-2013 nell’anno del bicentenario verdiano. Nona opera del compositore di Busseto, vede la sua Prima al Teatro La Fenice di Venezia il 17 marzo 1846. La commissione viene dall’impresario Alessandro Lanari in occasione dei festeggiamenti del Carnevale della città lagunare. Verdi individua il soggetto consultando il libro De l’Allemagne di Madame de Staël in cui viene citato Attila, König der Hunnen di Zacharias Werner. Come librettista viene contattato all’inizio Francesco Maria Piave, tuttavia la scelta finale ricade sul poeta Temistocle Solera con cui Verdi ha già proficuamente collaborato negli anni precedenti; ad ogni modo a Piave verrà affidata la revisione di alcuni tratti del libretto. L’opera viene accolta fin da subito con enorme entusiasmo e negli anni successivi si diffonde rapidamente in tutta Italia.

  (foto Brenzoni, Attila, scena terza) 

 

 

   Il soggetto di Werner ambienta il dramma nel 454 d. C., quando il condottiero Unno Attila viene fermato alle porte di Roma dal pontefice San Leone Magno, che lo illumina con la religione. La vicenda è dominata da fosche tinte che riflettono le oscure passioni e il senso del destino della tragedia che vede morire quasi tutti i suoi protagonisti. Il giovane Verdi sceglie proprio questo episodio perché ben si presta alla propria idea drammaturgica che guarda al grand opéra francese. Dei 24 personaggi di Werner vengono salvati i 3 protagonisti Attila, Odabella (Hildegunde nel dramma tedesco) ed Ezio, oltre a Leone ed Uldino, e viene inventato il personaggio di Foresto, per metter in risalto il tenore Carlo Guasco già scritturato da Lanari per la Prima. La partitura che ne emerge evidenzia una forte coerenza - dal calcolo perfetto dei tempi narrativi, all’attenzione ai colori strumentali, ai grandi tableaux ed alla contrapposizione vocale tra i protagonisti - che in ogni momento dell’opera sa mettere in risalto il linguaggio e la drammaturgia verdiana, affermando in modo inconfondibile la personalità del compositore di Busseto.

Dirige l’Orchestra dell’Arena di Verona il giovane veronese Andrea Battistoni. Il cast vede protagonista Roberto Tagliavini (3, 7 e 10 febbraio), al suo debutto in questo ruolo verdiano, che si dà il cambio con Ernesto Morillo (5 e 12 febbraio) per la prima volta in scena al Teatro Filarmonico. La fiera Odabella sarà interpretata da Amarilli Nizza (3, 7 e 10 febbraio) e Rachele Stanisci (5 e 12 febbraio), mentre il generale romano Ezio sarà Roberto Frontali (3 e 7 febbraio), debuttante al Filarmonico, in alternanza a Leo An (5, 10 e 12 febbraio). Vestiranno i panni di Foresto Giuseppe Gipali (3, 7 e 10 febbraio) e Khachatur Badalyan (5 e 12 febbraio), alla sua prima con i complessi artistici areniani, mentre Uldino sarà Antonello Ceron e Leone Seung Pil Choi.

Venerdì 1 febbraio alle ore 18.00 in Sala Filarmonica torna l’appuntamento con l’approfondimento operistico organizzato in collaborazione con Verona Lirica e Amici del Filarmonico. Tema della conferenza-concerto Attila, relatrice Silvia Campana. Ingresso libero.

Sabato 2 febbraio alle ore 16.00 prova generale di Attila al Teatro Filarmonico per tutti gli Under 30 a soli 5 €, preceduta dalla conferenza-concerto di approfondimento alle ore 14.30 tenuta dal M° Fabio Fapanni, Direttore musicale di palcoscenico della Fondazione Arena di Verona. L’iniziativa rientra nel progetto Anteprima Giovani 2012-2013.

Per informazioni contattare l’Ufficio Formazione:

tel. (+39) 045 8051933 - fax (+39) 045 590638 - ufficio.formazione@arenadiverona.it

Rivolta ai giovani Under 30 anche un’offerta speciale: biglietto d’ingresso a soli 15 Euro per le serate di martedì 5 febbraio, giovedì 7 febbraio e martedì 12 febbraio, fino ad esaurimento disponibilità. Ogni ragazzo può acquistare un solo biglietto presso la Biglietteria del Teatro Filarmonico, esibendo un documento d’identità.

 

Informazioni e prenotazioni
Biglietteria del Teatro Filarmonico - via dei Mutilati 4/k, 37122 Verona
tel. (+39) 045 8002880 - fax 045 8013266 - Call center (+39) 045 8005151 - www.arena.it

 (foto Ennevi, prova di Attila)

 

ATTILA

Dramma lirico in un prologo e tre atti di Giuseppe Verdi

Libretto di Temistocle Solera


Direttore                     Andrea Battistoni

Regia                           Georges Lavaudant

                                   ripresa da Stefano Trespidi

Scene e costumi         Jean-Pierre Vergier


Personaggi e interpreti

Attila                           Roberto Tagliavini (3, 7, 10 febbraio)

                                   Ernesto Morillo (5, 12 febbraio)

Ezio                             Roberto Frontali (3, 7 febbraio)

                                   Leo An (5, 10, 12 febbraio)

Odabella                     Amarilli Nizza (3, 7, 10 febbraio)

                                   Rachele Stanisci (5, 12 febbraio)

Foresto                       Giuseppe Gipali (3, 7, 10 febbraio)

                                   Khachatur Badalyan (5, 12 febbraio)

Uldino                         Antonello Ceron

Leone                          Seung Pil Choi

 

Orchestra, Coro e Tecnici dell’Arena di Verona

Direttore del Coro                          Armando Tasso

Direttore Allestimenti scenici    Giuseppe De Filippi Venezia

 

 

Pubblicato in data 31/01/2013