MERCOLEDÌ 27 OTTOBRE 2021 09:33
 

Territorio

Verona - Alla Chiesa di SAN FERMO la rassegna LA TAVOLA DELLA CULTURA

Mostre Eventi Incontri

 

      28 maggio – 21 luglio 2021   

 

              ingresso gratuito

 

(servizio a cura di Roberto Tirapelle)

 
 
 E’ entrata nel vivo la rassegna “La tavola della cultura” promossa dalla parrocchia di San
Fermo Maggiore e organizzata da Erika Prandi. La manifestazione culturale è patrocinata dal Comune di
Verona e sostenuta dalla Fondazione Giorgio Zanotto e da Amia Verona S.p.a., mentre sponsor tecnico è il
ristorante Sant’Eufemia.
 
La rassegna è collaterale alla mostra Il Cenacolo di Leonardo da Vinci. Dalle crepe la luce, curata da suor
Maria Gloria Riva e dall’associazione Rivela, esposta nella chiesa superiore dal 5 giugno al 1 agosto.
 
«L’allentamento della presa del Covid-19 ha permesso di riaprire gradualmente le nostre chiese nel pieno
rispetto delle indicazioni sanitarie – riferisce il parroco don Maurizio Viviani -. Nella Chiesa di San Fermo già
diversi mesi fa abbiamo ripreso le funzioni liturgiche in presenza. A partire dal mese di aprile abbiamo di
nuovo calendarizzato, come era prassi prima della pandemia, gli appuntamenti di carattere culturale. Per la
nostra Chiesa di San Fermo un preciso segnale di ripresa delle attività culturali viene dalla “Tavola della
cultura”, che propone una serie di appuntamenti di scala nazionale su temi che vanno dalla figura di Dante
- la nostra chiesa custodisce le tombe dei suoi ultimi discendenti diretti -, all’attenzione al Creato, come
suggeriva nel suo Laudato Si’ Frate Francesco di Assisi (che si trova raffigurato oltre quindici volte nel
complesso di San Fermo)."
 
«Siamo felici di riprendere il cammino di questa mostra dalla chiesa di San Fermo, con un compagno di
viaggio speciale, Leonardo da Vinci – commenta il presidente di Rivela, Ermanno Benetti -. I visitatori
potranno percorrere un viaggio attraverso i suoi occhi, vedere dove lui guardava, capire come lui osservava
la realtà."
 
«La rassegna è nata con l’obiettivo di creare dei momenti di riflessione e di dialogo intorno a tematiche
importanti legate alla cultura, intesa in senso ampio – riferisce l’organizzatrice Erika Prandi -. Volevamo
dare alla manifestazione un respiro nazionale e per questo abbiamo coinvolto professionisti dei vari ambiti
disciplinari che hanno mostrato fin da subito entusiasmo e massima disponibilità. Le tematiche affrontate
riguardano la letteratura, l’ambiente, l’integrazione sociale, l’arte, la comunicazione, la televisione, la
teologia e lo sport. Credo che ora più che mai sentiamo il bisogno di recuperare il valore delle relazioni
umane e il senso di appartenenza ad una comunità.”
 
Prossimi appuntamenti:
 
Martedì 22 giugno ore 18 – chiesa superiore
Giuseppe Lupo
Raccontiamo storie per conoscere chi siamo
Il vincitore del Premio Viareggio 2018 e uno dei dodici candidati al Premio Strega 2020 presenterà
suo ultimo romanzo Il pioppo del Sempione, edizioni Aboca. Raccontare il mondo attraverso un
albero: questo è quello che si propone la collana “Il bosco degli scrittori”, a cui questo libro
appartiene. Un romanzo profondo ed emozionante, che ci fa riflettere su tematiche molto attuali:
prime tra tutte, l’integrazione, l’inclusione sociale e il valore della memoria storica, che va di pari
passo con la riflessione sulla modernità.
Mercoledì 23 giugno ore 18 – online
Michela Palazzo
Leonardo e la luce dell'Ultima Cena
La direttrice del Museo del Cenacolo Vinciano affronterà l’argomento legato alla luce dell’Ultima
Cena sotto diversi punti di vista: simbologia della luce e dell’ombra, le fonti luminose della scena, la
tecnica e i materiali utilizzati per gli effetti cromatici e luminosi, l’illuminazione dell’opera.
Libreria di VeronaParrocchia di San Fermo Maggiore
 
•  (nella foto sotto Maria Elena Colombo)
   
    Martedì 29 giugno ore 18 – chiesa superiore
Maria Elena Colombo
Presentazione del libro Musei e cultura digitale, Editrice Bibliografica
Docente all’Accademia di Brera e all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Maria Elena
Colombo nel suo libro raccoglie nuovi spunti e voci per interrogarsi sulla relazione ormai decennale
tra musei e cultura digitale, cogliendone stereotipi, resistenze, illuminazioni e opportunità. Si
indagano qui i temi fondanti su entrambi i versanti, i reciproci condizionamenti e le ibridazioni,
leggendo fra le righe della narrativa e dei profili dei protagonisti, incrociati con la lettura critica
della letteratura dell'ultimo decennio.
Sabato 3 luglio ore 16 – chiesa superiore
Paola Artoni
Arte come ex voto: conservare e rinnovare la tradizione
Già direttrice del Museo dei Madonnari di Grazie di Curtatone (MN), Paola Artoni affronterà il tema
degli ex voto, antichi quanto l’uomo. Se ne trovano nelle culture precristiane e nei santuari pagani
come invocazione alla divinità e come ringraziamento. Questa tradizione antica ha nell’attualità una
ripresa. Soprattutto in periodo di pandemia si è tornati a parlare di questa espressione, nella sua
accezione più contemporanea. Ancora oggi questa modalità di preghiera ha un suo senso e una sua
modalità che verrà indagata e spiegata.
Sarà presente anche Michela Bogoni, Maestra madonnara, che eseguirà per l’occasione un’opera
d’arte con gessetti.
Martedì 6 luglio ore 18 – online
Giorgio Simonelli
Leonardo nella cultura televisiva italiana
Il consulente e opinionista di Rai Educational, nonché docente di Giornalismo radiofonico e
televisivo all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, affronterà il tema della figura del
Maestro vinciano nella storia della cultura televisiva italiana arrivando all’ultima discussa serie
andata in onda quest’anno.
• 
 
(nella foto a destra, frate Dezza)
 
Martedì 13 luglio ore 18 – online
frate Ernesto Dezza      
Giuda, l’abisso della libertà
Docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e alla Pontificia Università Antonianum,
frate Ernesto Dezza svilupperà una riflessione sulla figura di Giuda intrecciando la raffigurazione che
ne dà Leonardo - diversa da altre "ultime cene" - con la lettura di alcuni passi evangelici, quanto
dicono Tommaso d'Aquino e Duns Scoto e la descrizione che ne dà Dante nell'Inferno. Una "lettura
multidisciplinare" della figura di Giuda.
Libreria di VeronaParrocchia di San Fermo Maggiore
 
 
 
 
Mercoledì 21 luglio ore 18 – online
   Paola Abbiezzi
Lo sport nei media: oralità, immagine e racconto
Direttrice del Master Comunicare lo sport all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Paola
Abbiezzi affronterà il tema dello sport visto attraverso gli strumenti messi a disposizione dai media
attuali: il racconto orale, le immagini e la narrativa. Sport e cultura come portatori di valori in grado
di formare generazioni.
   
     (nella foto a s, Paola Abbiezzi)
 
 
 
CONTATTI
Organizzazione
rif. Erika Prandi | cel. 349 6474617 | e-mail erika_prandi@libero.it
 
 
 

Pubblicato in data 21/06/2021