DOMENICA 19 MAGGIO 2019 20:27
 

Territorio

(servizio e foto di Luigi Tiriticco)

Percorsi veronesi: il Giardino Giusti

Creato alla fine del 1400, il Giardino si presenta oggi nella struttura datagli nel 1570 da Agostino Giusti, Cavaliere della Repubblica Veneta e Gentiluomo del Granduca di Toscana.

  Le statue danzano con le collezioni ornamentali della fioritura

 

 

I vialetti che percorrono il Giardino Giusti permettono al visitatore di osservare come, fin dalla sua realizzazione nella forma odierna, vi si possa apprezzare il felice connubio tra le essenze vegetali presenti in loco e l'eccelsa sensualità delle statue presenti.

 

 

   La cura con cui vengono gestiti gli impianti arborei e le siepi accentua questa sensazione di armonia mentre le divinità greche rappresentate sorvegliano il passare di un tempo che sembra dilatarsi ed invitare alla meditazione se non all'ozio!  

 

Persino il materiale con cui sono state realizzate le statue cita l'effimero. La tenerezza stessa della materia scultorea, soggetta a maggior degrado rispetto al marmo, ricorda al visitatore attento "la caducità delle umane posse!"  

 

Pubblicato in data 29/04/2019