GIOVEDÌ 22 AGOSTO 2019 19:47
 

Territorio

"Poeti e dialetti a confronto, Veronese e Mantovano".

Domenica 25 Marzo 2012, ore 16.30. Fondazione Museo Fioroni, Legnago

Comune di Ostiglia. Associazione “ Gli Irrugiadati”, Fondazione Fioroni Museo e Biblioteca Pubblica, Città di Legnago – Assessorato alla Cultura - , Circolo L.O.D.I. Arte e Cultura

 

L'ultima giornata della biennale d'arte “Golem I° ” ha ospitato presso il Museo Fioroni l'incontro tra i poeti dialettali veronesi e mantovani.

 

In un affollato uditorio, Enrica Claudia De Fanti (Circolo d'Arte L.O.D.I.) ha condotto una serata all'insegna della lettura e delle musiche di Marco Remondini: il gradimento riscosso farà sì che essa probabilmente divenga un punto cardine per le prossime edizioni della biennale. Dopo i saluti di Luciana Baratella (presidente della Fondazione Fioroni) e di Ester Bonfante (assessore alla cultura del Comune di Legnago), i padroni di casa – in primis con la presidente Franca Isolan Ramazzotto   si sono alternati al leggìo con Annamaria e Giuseppe Lavarini, Luciana Sbampato, Mites Parladore, Carlo Lorenzetto, Pasqualina Marina, Luciana Maccan, Romano Salgarello e Sergio Polo.

 

Si sono quindi succeduti i mantovani con alcuni lirici del “Fogolér”: Sergio Aldrighi, Claudio Quarenghi, Maurizio Serafini ed Ornella Fiorini: i loro componimenti sono stati successivamente tradotti da Mauro Cappellari, un attore anch'egli molto legato alla realtà delle due zone finitime.

 

Sempre per la parte virgiliana sono poi intervenuti “Gli Irrugiadati”, Circolo socioculturale fondato da Davide Squassabia: ad Ostiglia, promotore - nel 2011 - di una scuola di poesìa e musica in collaborazione con l'amministrazione municipale (rappresentata dall'assessore Ilaria Reggiani). Stefano Prandini, Carlo Bellati (autore di un testo che verrà a breve presentato alla Fiera di Primavera di Ostiglia) hanno offerta una testimonianza di  poesia non vernacolare, conclusa da Squassabia alla chitarra con la declamazione del “Madrigale della Felicità” del professor Gianfranco Maretti Tregiardini.

 

All'evento ha fatto seguito una visita guidata al piano superiore del museo per la collettiva fotografica, capofila delle iniziative caratterizzanti “Golem I°”.

 

Un brindisi ha salutato i partecipanti, con l'invito all'edizione del  2014.

 

Roberto Oliani

Pubblicato in data 18/04/2012