DOMENICA 16 GIUGNO 2019 05:26
 

Visioni future

Elektra a Roma

L'opera di Strauss in scena al Teatro dell'Opera dal 30 settembre al 8 ottobre 2011

Stefan Soltesz dirigerà l’Elektra

L’Elektra di Richard Strauss – libretto del poeta Hugo von Hofmannsthal tratto dalla omonima tragedia di Sofocle – andrà in scena venerdì 30 settembre, alle 20.30, per il cartellone 2010-2011. La messa in scena (in lingua originale con sovratitoli in italiano), in coproduzione con il Salzburger Festspiele, porta la firma del regista tedesco Nikolaus Lehnhoff che ha presentato con grande successo l’allestimento al Festival di Salisburgo nel 2010. Scene sghembe, un quadro gelido e personaggi soli, lacerati dal conflitto irrisolto tra vendetta e senso di colpa fanno da sfondo alla storia di Elettra, la figlia che uccide la madre empia, Cltinnestra, per vendicare la morte del padre Agamennone. Lehnhoff riassume in una cruda essenzialità visiva, i tratti fondamentali dell’opera straussiana, ripercorrendo ! attraverso lo sguardo espressionista la forza magnetica della tragedia sofoclea.
Il Maestro Stefan Soltesz, dirigerà un cast di interpreti di rilievo internazionale: Felicty Palmer (Klytämnestra), Eva Johansson (Elektra), Melanie Diener (Chrysothemis), Wolfgang Schmidt (Aegisth), Alejandro Marco-Buhrmester (Orest). Le scene sono di Raimund Bauer, i costumi di Andrea Schmidt-Futterer. I movimenti scenografici di Denni Sayers, le luci di Duane Schuler. Maestro del Coro Gea Garatti Ansini. Elektra, dopo la prima del 30 settembre, andrà in scena domenica 2 ottobre (17), martedì 4 ottobre (20.30), giovedì 6 ottobre (20.30), sabato 8 ottobre (18)
 

Stefan Soltesz, nato in Ungheria 62 anni fa, è considerato oggi uno dei più importanti interpreti delle opere di Strauss. Dopo gli studi di direzione d’orchestra con Hans Swarowsky ha diretto nei più prestigiosi teatri europei. Dal 1997 è direttore artistico del Teatro d’opera di Essen e dirige regolarmente al Teatro dell’Opera di Vienna, Monaco, Berlino, all’Opera di Parigi, Amsterdam, Buenos Aires, al Covent Garden e nei maggiori teatri americani da Washington a San Francisco. Di particolare successo le sue registrazioni in cd de La bohème di Puccini, del Don Giovanni di Gazzaniga, del Cerchio di gesso di Zemlinsky e diversi cd di arie e canzoni con Grace Bumbry, Lucia Popp e Dietrich Fischer-Dieskau.
 

Allestimento in coproduzione con il Salzburger Festspiele. In lingua originale con sovra titoli in italiano.


 

Pubblicato in data 09/09/2011