MERCOLEDÌ 22 SETTEMBRE 2021 15:40
 

Cinema

Spesso "eroina" a volte "Teneramente folle"

Zoe Saldana da "Star Trek" a "Nina Simone", 34 film, un'artista di colore.

(nella foto, da sinistra Nina Simone e Zoe Saldana)

Ieri:  Nata nel New Jersey, figlia di un dominicano e di una portoricana, è cresciuta nel Queens di New York. Parla sia spagnolo sia inglese. All'età di nove anni suo padre muore in un incidente stradale così, assieme alla madre e alle sorelle, si trasferisce nella Repubblica Dominicana. Studia balletto in una prestigiosa scuola ma ritorna negli Stati Uniti al secondo anno di scuola superiore e inizia a studiare recitazione; per mantenersi lavora come cassiera al Burger King.

 

Oggi:  Ormai la conoscono tutti. Ha lavorato alacremente in 34 film, dal duemila con “Il ritmo del successo”, passando dalla “Maledizione della prima luna”, a “Star Trek, da “Avatar” a “Guardiani della Galassia”.  Dal 18 giugno esce nelle sale il suo ultimo film “Teneramente folle” (“Infinitely Polar Bear”) diretto da Maya Forbes con Mark Ruffalo. E’ una delle attrice più richieste da Hollywood.

 

Domani: Sta preparando le prossime puntate di “Avatar” dirette sempre da James Cameron. Ha ultimato la lavorazione del film “Nina” che racconta la vita della famosa cantante di Jazz Nina Simone, scrittrice e attivista dei diritti civili, scomparsa nel 2003.   

Roberto Tirapelle

 

Pubblicato in data 14/06/2015