MERCOLEDÌ 22 SETTEMBRE 2021 17:21
 

Cinema

Dal 15 al 23 novembre 2013

51 Festival Internazionale del Cinema di Gijon

 

 

 

Talenti consacrati e giovani emergenti si contenderanno a Gijon

Il Festival risale al 1963. All'inizio era una iniziativa del Comune di Gijón , che ha avuto la collaborazione della Caja de Ahorros de Asturias (oggi Cajastur). Attualmente entrambe le Istituzioni collaborano con il Festival, il primo come organizzatore e il secondo in qualità di sponsor.

Il primo anno che si è tenuto era nominato  “Cinema internazionale del bambino e contest TV”. Tra il 1964 e il 1968 ha mantenuto lo stesso nome, sostituendo “bambini” in “per i bambini”. Tra il 1969 e il 1976 la TV non è riuscita a comparire nel nome ufficiale della manifestazione. Dal 1977 fino al 1987 (con minime variazioni nel 1984, 1986 e 1987) hanno usato il nome “Concorso Internazionale di film per bambini e giovani”. Anche se già nel 1986 cominciano a chiamarlo “Festival Internazionale del Cinema di Gijón”, in particolare il Festival è dedicato al cinema alternativo e d’autore. Le sue origini come una festa per i bambini e per i ragazzi spiegano il particolare interesse che questo festival ha sempre posto per il pubblico più giovane. Ogni anno un gruppo di giovani tra i 17 ei 25 anni è scelto tra quelli che ne fanno richiesta.

Dal 2012 il Festival è gestito da Nacho Carballo. Prima hanno diretto il Festival, Isaac del Rivero (1963 - 1981) , Victoria Fernández (1982-1984) , Aladdin Cordero (1984-1987) Juan José Piani (1988-1994) e Jose Luis Cienfuegos ( 1995-2011 ) .

Nel maggio 1996 la Entidad Mercantil Artístico-Musical Teatro Municipal Jovellanos de Gijón, SA, è l’Istituzione responsabile dell'organizzazione della manifestazione insieme con il Comune.

La 51 ° edizione del Festival nel frattempo ha annunciato la sua sezione ufficiale: un totale di 15 film. Film di apertura sarà "Una promessa" di Patrice Leconte, pellicola di chiusura "La nostra Sunhi ", l'ultimo lavoro di uno dei protagonisti di questa edizione, il premiato Hong Sangsoo.

I titoli comprendono grandi nomi affermati, come il premio Oscar Asghar Farhadi o un cineasta conosciuto al Festival come Pawel Pawlikowski (vincitore del concorso nel 2000 con "L' ultima spiaggia") insieme a registi emergenti, talenti che sono in competizione con il loro primo o secondo lungometraggio. Nacho Carballo, direttore del FICX dichiara:  "grazie ad una chiara linea di lavoro è stato realizzato un concorso ufficiale in cui sono rappresentati 13 paesi, 4 continenti, una opportunità unica per apprezzare film da qualsiasi parte del mondo".  La selezione dei film sarà accompagnato da cortometraggi, anch’essi in concorso , il cui vincitore entrerà automaticamente nella shortlist per l'Oscar .

    Il celebre regista e scrittore, Patrice Leconte , è uno dei protagonisti della prossima edizione del festival, con una duplice valenza: non solo sarà il presidente della giuria, ma l’acclamato regista francese aprirà la 51° edizione del festival con l'anteprima del suo ultimo lavoro "Una promessa", un triangolo amoroso all'alba della prima guerra mondiale , con un cast di lusso : Rebecca Hall (Vicky Cristina Barcelona), Alan Rickman (Harry Potter, Ragione e sentimento) e Richard Madden (Game of Thrones).

(nella foto, Patrice Leconte)

La cerimonia di chiusura del festival sarà caratterizzata dalla prima de "Il nostro Sunhi ", l'ultimo film del regista sudcoreano Hong Sangsoo,    appena insignito del Pardo per la migliore regia al prestigioso Festival di Locarno, il terzo più antico festival del mondo. (nella foto, Hong Sangsoo) 

(a cura di roberto tirapelle)

 

Pubblicato in data 02/11/2013