SABATO 25 SETTEMBRE 2021 00:01
 

Cinema

Le due Biancaneve dello schermo: Lily Collins (22 anni) e Kristen Stewart (21 anni).

Chi sarà la più bella (e brava) del reame?

Stanno uscendo nelle nostre sale le due ultime versioni di Biancaneve. Si tratta di due produzioni hollywoodiane che trattano in maniera diversa la fiaba dei Grimm.

La prima è uscita in questi giorni ed è intitolata “Biancaneve”, adattamento di Tarsem Singh, fedele alla tradizione, con protagonista Lily Collins, figlia del batterista Phil, che era già apparsa in “Priest” ed “Abduction” al fianco di Taylor Lautner. E’ un film atteso perché: tutti lo vogliono confrontare con l’”Alice” di Burton; c’è il ritorno di Julia Roberts nei panni inediti della regina cattiva; c’è il nuovo principe azzurro, Armie Hammer che si presenta spesso a torso nudo con la sua altezzadi 1,96 (già ammirato in J. Edgar).

Personalmente sono uscito deluso dalla proiezione. Purtroppo Julia Roberts non è più all’altezza dei personaggi che interpreta, Armie Hammer sembra un manichino, Lily Collins vuole sembrare molto più di quella che è, forse vorrebbe diventare la nuova Audrey Hepburn ma non riesce a confrontarsi neanche con la Alice di Mia Wasikowka. Il risultato della produzione è assolutamente inferiore a quello di Burton. Comunque il film gode di alcuni aspetti importanti: le trovate ironiche in cui la fiaba è stata attualizzata, i costumi di Eiko Ishioka, stilista giapponese scomparsa, l’indubbio talento del regista indiano, i sette nani che sono diventati dei briganti rispetto alla tradizione e sono considerati dei diversi. Carino il sottofinale girato come un musical alla Bollywood.

Il secondo film uscirà il 1° giugno e si intitola “Biancaneve e il cacciatore”, regia di Rupert Sanders, autore pubblicitario. La protagonista è Kristen Stewart, nota a tutti per la saga di “Twilight”. E’ una Biancaneve guerriera, vestita di armatura, spada in pugno e pronta al combattimento alla Thor. Per la parte della matrigna questa volta è stata scelta Charlize Theron. Furbesco il cast dei sette nani, tra cui figurano Bob Hoskins, Ray Winstone. C’era proprio bisogno di due opposte Biancaneve, una garbata fanciulla che scivola via con la sua mantella gialla, l’altra che sembra una Giovanna d’Arco al galoppo del suo destriero. Perché incrinare il culto di generazioni e creare un'altra dark del reame?  Fuori dalla favola aspettiamoci di tutto.

r.t.

Pubblicato in data 08/05/2012