MARTEDÌ 18 DICEMBRE 2018 12:05
 

Musica

A Verona il Forte Trio (Kazakistan) & Anna Serova (viola): un ascolto inebriante

E' successo Lunedì 29 ottobre scorso, nella splendida cornice della Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico di Verona.

ll Trio Nazionale della Repubblica del Kazakistan, costituito da Dinara Bazarbayeva - Sakhaman violino, Murat Narbekov violoncello e Timur Urmancheyev pianoforte, con Anna Serova, viola, hanno portato un concerto intitolato Brahms & Dance, promosso e organizzato dall’Associazione Culturale "Viola & Viola". 

Il programma è stato molto originale e ha visto nella prima parte il Forte Trio, eseguire il Trio op. 8 per pianoforte e archi di Johannes Brahms (1833-1897) e la celebre Danza rituale del fuoco, nella trascrizione per trio, di Manuel De Falla (1876-1946). La seconda parte, invece, ha visto la partecipazione straordinaria della violista Anna Serova, una delle soliste più apprezzate a livello internazionale con il Quartetto op. 25 di Brahms e la prima esecuzione assoluta del nuovo lavoro del compositore, direttore d’orchestra e violista Roberto Molinelli Milonga e Chacarera per viola e trio, delicato omaggio alla musica e ai balli argentini. La composizione, dedicata ad Anna Serova, riprende l’interesse del compositore verso la tradizione musicale del paese sudamericano, già sviluppato nell’anno delle celebrazioni rossiniane con il lavoro Il Tanguero di Siviglia dove, per la prima volta, la musica di Rossini incontrava il tango argentino con la sorprendente trasposizione dei temi della sinfonia de Il Barbiere di Siviglia nella sognante atmosfera del tango argentino classico degli anni ’40. 

  (cr.ph., Ugo Zamborlini)

Di Anna Serova anche il pubblico veronese ne conosce la statura artistica. Ambasciatore culturale e commerciale della città di Krasnoyarsk (Russia) in Italia e in Europa, Anna Serova è una figura unica nel panorama musicale internazionale. Negli ultimi anni ha ricevuto dediche da alcuni dei più importanti compositori contemporanei (Azio Corghi, Boris Pigovat e Roberto Molinelli, tra gli altri), che hanno creato per lei un nuovo genere di composizione unendo la forma del concerto all'azione scenica di un'opera di teatro.

Azio Corghi le ha dedicato la cantata drammatica “Fero Dolore” (2005), mentre nel 2008 Anna Serova ha tenuto a battesimo la prima assoluta della tragedia lirica “Giocasta” al Teatro Olimpico di Vicenza con Chiara Muti, Filippo Faes e Swingle Singers.

Nel 2016 sono uscite due importanti incisioni discografiche: Nostalghija con Filippo Faes (Decca) e Holocaust Requiem di Boris Pigovat con la Zagreb Symphony Orchestra diretta da Nicola Guerini (Naxos). Anna Serova è inoltre reduce dalla prima assoluta di “Lady Walton’s Garden” di Roberto Molinelli, a lei dedicata. L’opera, eseguita la scorsa estate a Wellington con la NZSO, è stata trasmessa dalla Radio Nazionale Neozelandese e in streaming in tutto il mondo. La rivista "The Strad" l'ha segnalata come “Premiere of the Month” nel numero di settembre 2017.

              La sorpresa, invece, è arrivata dall’esecuzione del Trio Nazionale della Repubblica del Kazakistan. Il Trio rappresenta nel mondo l’Ente Statale dei Concerti “Kazakconcert”. I concerti e le tournée internazionali fanno parte del programma presidenziale “Rukhany Zhanghyru”. Lo scopo principale di questo programma è far conoscere, oltre i confini nazionali, la virtuosità degli artisti del Kazakistan e promuovere l’avvicinamento tra le varie culture del mondo e l’arte classica kazaka. Fondatore del Trio e suo Direttore Artistico è il M° Timur Urmancheyev (pianoforte), legato al Bel Paese da rapporti di amicizia personale e collaborazione artistica con diversi colleghi italiani tra cui fu Mario Melani, Roberto Molinelli, Anna Serova e tanti altri. L’Ensemble, che ogni anno fa tappa in Italia, nel corso dell’estate 2018 è stato invitato a suonare in diversi festival di musica classica in Italia (al Festival della Piana del Cavagliere a Pereto, al Festival dell’Accademia Musicale della Versilia a Viareggio, al MusicaRivaFestival di Riva del Garda e ad Alghero su invito del Comune di Alghero, ecc.) e in Spagna (Festival Conciertos de Musica Classica en L’Escala-Empuries, Festival Internacional de Musica S’Agaro). Il 28 ottobre 2018, il Trio ha dato un concerto inaugurale della nuova stagione artistica ARMòNIA a Forlì al Circolo della Scranna.

Dicevamo della sorpresa di questi musicisti. A nostro avviso hanno portato, oltre ad una attenta esecuzione delle partiture, dei soffi di vento delle pianure kazane, dei profumi di steppa asiatica, delle rimenbranze della via della seta. Dinara Bazarbayeva-Sakhaman al violino ha le doti di una artista prodigio, Murat Narbekov al violoncello ha un grande talento di suono, Timur Urmancheyev al pianoforte ha la stoffa del grande solista ma ha anche quella di concertare autorevolmente ma con garbo. Una esperienza che merita un apprezzamento totale.

Roberto Tirapelle

Pubblicato in data 06/11/2018