MERCOLEDÌ 18 LUGLIO 2018 18:21
 

Cinema

Cinema. 68^ Festival di Berlino

"Figlia mia" di Laura Bispuri: unico film italiano in corsa per l'Orso d'oro

Nelle sale cinematografiche italiane dal 22 febbraio 2018.

Nell’estate in cui compie 10 anni, Vittoria scopre di avere due madri: Tina (Valeria Golino), madre amorevole che vive in rapporto simbiotico con la piccola e Angelica (Alba Rohrwacher), una donna fragile e istintiva, dalla vita scombinata. Rotto il patto segreto che le lega sin dalla sua nascita, le due donne si contendono drammaticamente l’amore di una figlia.
Vittoria (Sara Casu) vivrà un’estate di domande, di paure, di scoperte, ma anche di avventure e di traguardi, un'estate dopo la quale nulla sarà più come prima.

 

NOTE DI REGIA:
Figlia mia è un viaggio in cui tre figure femminili si alternano, si cercano, si avvicinano e si allontanano, si amano e si odiano e alla fine si accettano nelle loro imperfezioni e per questo crescono.

 (nella foto da s., Michele Carboni, Udo Kier, Alba Rohrwacher, Valeria Golino. Conferenza stampa, Berlino)

Figlia mia (Daughter of Mine) (Italia, Germania, Svizzera, 2018, 90 min.), regia di Laura Bispuri, con Valeria Golino, Alba Rohrwacher, Sara Casu, Udo Kier. Sceneggiatura: Francesca Manieri, Laura Bispuri; Fotografia: Vladan Radovic; Montaggio: Carlotta Cristiani; Scenografia: Ilaria Sadun; Costumi: Antonella Cannarozzi; Musica: Nando di Cosimo; Produttori: Marta Donzelli, Gregorio Paonessa, Maurizio Totti, Alessandro Usai, Michael Weber, Viola Fugen, Dan Wechsler. Produzione: Vivo Film, Colorado Film, Rai Cinema, Match Factory Productions, Fondazione Sardegna Film Commission, Mibact. Distribuzione: 01 Distribution.

Pubblicato in data 19/02/2018