LUNEDÌ 23 APRILE 2018 03:26
 

Cinema

4 sezioni speciali

BARI - BIFEST 2018 - 21 - 28 aprile

Il programma del Bif&st 2018 è stato presentato a Bari dal direttore Felice Laudadio, con il Governatore della Regione Puglia Michele Emiliano, il Sindaco di Bari Antonio Decaro, l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale Loredana Capone e il presidente dell’Apulia Film Commission Maurizio Sciarra.

Il Festival comprende eventi speciali, sei anteprime internazionali, le retrospettive, i laboratori. In questa sede presentiamo 4 sezioni speciali.

(nella foto, Margarethe von Trotta, Presidente del Festival)

 

Cinema & Scienza: Werner Herzog

 Sull’onda della estremamente positiva esperienza svoltasi nel 2016 con il ciclo “Cinema & Scienza” patrocinato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), il Bif&st 2018 presenterà una rassegna di sette film documentari diretti dal grande regista tedesco Werner Herzog, al termine di ciascuno dei quali un insigne scienziato commenterà per e con il pubblico le immagini passate sullo schermo. Il ciclo, coordinato da Orsetta Gregoretti e Silvia Mattoni, dell’ufficio Comunicazione e Stampa del CNR, e organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, con il Politecnico di Bari e il Goethe-Institut Rom, vedrà Margarethe von Trotta – insieme al critico Klaus Eder – impegnata a presentare i sette film di Herzog  in programma al Multicinema Galleria che verranno commentati dagli scienziati Enrico Alleva, Carlo Doglioni (presidente dell’INGV), Domenico Laforenza, Antonio Meloni, Massimiliano Pasqui, Guido Ventura, e da Vito Pertosa.

  • Lo and Behold, Reveries of the Connected World di Werner Herzog – USA 2016, 108’

  • Into the Inferno di Werner Herzog. Con Werner Herzog, Clive Oppenheimer, Tim White, Adam Bobette, Yun Yong Gun – Gran Bretagna, Austria 2016, 104’

  • Cave of Forgotten Dreams di Werner Herzog. Con Werner Herzog, Charles Fathy, Jean Clottes, Julien Monney, Jean-Michel Geneste – Francia, Canada, USA, Gran Bretagna, Germania 2010, 95’

  • Encounters at the End of the World di Werner Herzog – USA 2007, 99’

  • Grizzly Man di Werner Herzog – USA 2005, 103’

  • The White Diamond di Werner Herzog – Gran Bretagna, Germania 2005, 90’

  • Fata Morgana di Werner Herzog. Con Lotte Eisner, Wolfgang Bachler, Manfred Eigendorf, Wolfgang Von Ungern-Sternberg – Germania 1970, 78’.  

Verranno inoltre presentati tre altri contributi di e con Herzog:

  • Lezioni di cinema di Werner Herzog. L’orientamento nel cinema, 1991, 35’. Video

  • Lezioni di cinema di Werner Herzog. Su e con Volker Schlöndorff, 1991, 29’. Video

  • Un commento di Werner Herzog, 42’. Video

 

 

 

Cinema & Arte

Un binomio inscindibile che ha trovato, nella narrazione cinematografica, decine di capolavori che hanno saputo fondere le immagini dell’arte e quelle (in movimento) del cinema. Verranno presentati tre film significativi, uno dei quali – di Luca Verdone – in anteprima mondiale:  

  • THE GIRL WITH A PEARL EARRING (La ragazza con l’orecchino di perla) di Peter Webber con Scarlett Johansson, ColIN Firth, Tom Wilkinson, UK-Lussemburgo 2003, 90’

  • LE MEMORIE DI GIORGIO VASARI: UN ARTISTA TOSCANO di Luca Verdone con Brutius Selby, Dino Santoro, Daniele Monterosi,  Italia 2017, 94’, anteprima mondiale

  • LA MIGLIORE OFFERTA di Giuseppe Tornatore con Geoffrey Rush, Jim Sturgess, Sylvia Hoechs, Donald Sutherland,  Italia 2013,  131’

 

 

Cinema & Musica: Luis Bacalov

Per onorare la memoria del Maestro Luis Bacalov, recentemente scomparso, verranno presentati quattro film fra i tanti da lui musicati. Il Premio Oscar Luis Bacalov, per altro, è stato direttore principale dell’Orchestra ICO della Magna Grecia di Taranto. Questi i film in programma:  

  • IL POSTINO di Michael Radford con Massimo Trosi, Philippe Noiret, Italia 1994

  • DJANGO di Sergio Corbucci con Franco Nero, Italia 1966

  • IL CONSIGLIO D’EGITTO di Emidio Greco, con Silvio Orlando, Italia 2002

  • HOTEL MEINA di Carlo Lizzani con Ivana Lotito, Ernesto Mahieux,  Italia 2007

Cinema & Medicina

Le relazioni tra cinema e medicina – scrive Nicola Laforgia – sono molteplici e hanno attraversato, da sempre, la storia della settima arte. Così come il cinema ha raccontato la sofferenza, la malattia, i successi, le gioie e le tragedie, la medicina ha veicolato i propri successi, le proprie incertezze, i dubbi e le certezze attraverso quello che resta uno dei più formidabili mezzi di diffusione della cultura. La cultura del sapere medico scientifico non è “altro” rispetto alla cultura del bello, dell’arte e del cinema, e l’incontro tra i due mondi consente a noi medici di essere più capaci di interpretare al meglio il nostro ruolo, perché cultura settoriale e “di parte”, solo scientifica, non è cultura. La conoscenza del mondo aiuta a strutturare il rapporto con il paziente che resta un obiettivo fondamentale della medicina, anche, e forse soprattutto, oggi, quando l’uso di tecnologie sempre più raffinate e invadenti rischia di mettere in secondo piano il rapporto personale che esprime quella capacità di cura che riesce ad essere davvero efficace. Sulla base di questi presupposti, il Bifest ospita la rassegna “Cinema e Medicina” che quest’anno – una sorta di anno zero che prelude a una collaborazione strutturata annuale – avrà incursioni diverse nelle varie branche della medicina, e che, oggi, si sviluppa toccando i temi dei disturbi dello spettro autistico del bambino e delle patologie degli organi di senso.

Sabato 21 aprile, Multicinema Galleria, Sala 3:

  • 10.00 Io sono Mateusz di Maciej Pieprzyca, Polonia 2103, 112’
    A seguire incontro con il prof. Nicola Laforgia (Direttore Neonatologia Università) e la Prof.ssa Lucia Margari (Direttore Neuropsichiatria Infantile Università). Intervengono la prof.ssa Maria Elisabetta Baldassarre e il dott. Antonio Di Mauro, associazioni di genitori.

  • 15.00 Non guardarmi, non ti sento di Arthur Hiller, USA 1989, 103’
    A seguire incontro con il prof. Nicola Quaranta (Direttore Otorinolaringoiatria Università) e il prof. Giovanni Alessio (Direttore Clinica Oculistica Università). Intervengono il dott. Giuseppe Porro e il  dott. Ugo Procoli.

  • 18.00 La Magnifica ossessione di Douglas Sirk, USA 1954, 108’
    A seguire dibattito e discussione libera.  

Pubblicato in data 08/04/2018